Difficile non è sapere una cosa, ma sapere far uso di ciò che si sa. Han Fei

> Home > Eventi a Torino del 15-12-2012 > Musica e Spettacoli > Raccontare Mondi, Fare Comunità

Raccontare Mondi, Fare Comunità

Raccontare Mondi, Fare Comunità

 

 

Master TSC
in collaborazione con
Il Mutamento Zona Castalia e Teatro Popolare Europeo

presenta

Raccontare mondi, Fare Comunità
Spettacoli ed incontri con il teatro sociale e di comunità

San Pietro in Vincoli Zona Teatro
via San Pietro in Vincoli 28 - Torino


Cosa
Spettacoli, video, racconti di progetti, conversazioni con cittadini, artisti, operatori, studiosi, committenti.

Quando e dove
Un appuntamento una volta al mese circa per incontrare chi fa e cosa si fa in Piemonte, in Italia e all'estero nel teatro sociale e di comunità.
Gli appuntamenti si realizzeranno presso SAN PIETRO IN VINCOLI ZONA TEATRO, sede de IL MUTMENTO ZONA CASTALIA ASSOCIAZIONE DI CULTURA GLOBALE, già partner del Master di Teatro Sociale e di Comunità dell'Università degli Studi di Torino e assieme ad esso firmatario di una convenzione che vede coinvolti in spirito di reciproca collaborazione anche la Circoscrizione 7 e il Comitato Progetto Porta Palazzo The Gate, per il progetto territoriale che riguarda, appunto il territorio della Circoscrizione 7 per la promozione e diffusione di attività culturali e di promozione dello spirito comunitario dedicate agli abitanti della zona.

Chi
Cogliendo l'occasione offerta dall'appuntamento didattico mensile del corso universitario -alla sua quarta edizione - Il Master di Teatro Sociale e di Comunità - nato nel 2001 e oggi realtà completamente sostenuta da fondi privati - chiede a docenti, artisti, esperti e ai suoi stessi studenti di uscire dalle aule e di incontrare dopo la conclusione delle lezioni un pubblico di cittadini per raccontare, anche con il coinvolgimento dell'ampia rete di partner e di ex-diplomati, i mondi e le sfide del teatro sociale e di comunità, nella convinzione che questi siano i mondi e le sfide di tutti soprattutto in tempo di crisi.

Raccontare mondi
I mondi della disabilità, della psichiatria, della cooperazione internazionale, dell'educazione ai diritti, della sensibilizzazione a nuove forme di economia e di salute, di ambiente e di lavoro, della produzione culturale e della contaminazione di linguaggi performativi, e altro ancora. Ognuno di questi mondi raccoglie e cerca attraverso progetti ed esperienze diverse di dare risposte a sfide che interessano tutti: cosa farne delle proprie capacità, come educare i propri figli, come stare bene, come usare il denaro, in cosa credere, per cosa combattere o semplicemente come resistere, che forma dare alle proprie parole, come conoscere e come raccontare, come apprendere, come divertirsi, come lasciare traccia di sé, come far durare la memoria, come invecchiare e morire bene, come vivere con pienezza.

Fare comunità
Insieme a Il Mutamento Zona Castalia e Teatro Popolare Europeo, partner dell'iniziativa, immaginiamo un calendario di piccole grandi buone pratiche del teatro e della relazione che mettono in gioco saperi, identità personali e artistiche, ruoli sociali, professioni diverse. Questi appuntamenti nascono dalla generosità di chi vi partecipa, da una logica del dono e del baratto, da un desiderio di incontro, conoscenza, confronto, divertimento, convivialità, cultura e arte che coinvolge cittadini, studenti e operatori del teatro in un'ottica di crescita di legami e di comunità.

Primo appuntamento

Sabato 15 dicembre h 20.45

Saranno presenti
Roberto Burlando (docente di Economia ed Etica - Università di Torino), Nadia Lambiase (Banca Popolare Etica), Paolo Piacenza (Giornalista)

PopEconomy
Da dove allegramente vien la crisi e dove va

Produzione Teatro Popolare Europeo e Banca Popolare Etica
uno spettacolo di Alberto Pagliarino e Nadia Lambiase

con Alberto Pagliarino
supervisione artistica Alessandra Rossi Ghiglione
supervisione scientifica Roberto Burlando, Paolo Piacenza

PopEconomy è una conferenza spettacolo che racconta della Crisi globale che ci ha investito: lo fa in modo semplice e puntuale attraverso gli occhi di un narratore.
A fianco dei fatti economici si compone davanti al pubblico il disegno di come vivevamo un tempo, dei decenni che abbiamo attraversato tra la Milano da bere e le vacanze a Borghetto Santo Spirito, tra una girella e la caduta del muro di Berlino. E poco a poco si delineano con chiarezza i fatti storici, i personaggi, i meccanismi di un sistema insostenibile che ci sta portando a un tracollo globale, che ha impoverito molti e arricchito enormemente pochissimi. Dalla bolla dei tecnologici degli anni novanta al grande buco nero del sistema bancario americano del 2008, dai mutui subprime al tracollo della Grecia. E oltre alla grande storia finanziaria ed economica ci sono le vite di tutti: di chi in vacanza non ci va più, delle case che non ti puoi comprare, di un pianeta che si sta consumando.
PopEconomy parla anche del prof. Rossi, insegnante, che per guadagnare quello che Richard Fuld guadagnò in un solo anno, avrebbe dovuto cominciare a lavorare all'epoca dei Sumeri.


Domenica 16 dicembre h. 20.30

Il Matto

con Valentina Addabbo, Serena Cossotto, Luca Lusso, Manuela Rasetto
drammaturgia e regia Giordano V. Amato
produzione Il Mutamento Zona Castalia / Lab. L'ascolto e L'incontro

L'indagine dei personaggi rappresentati dagli Arcani maggiori dei Tarocchi hanno connotato il percorso di lavoro del laboratorio L'Ascolto e L'Incontro nell'edizione 2012.
L'incontro con una storia personale reale " offerta" da una della partecipanti al laboratorio, storia caratterizzata da una ricchezza umana molto significativa, hanno indirizzato la creazione de Il Matto verso una possibile interpretazione, in chiave mitologica, delle proprie origini profonde alla luce delle relazioni parentali. Ne è nato un lavoro sospeso ed essenziale, carico di tensione poetica e di memoria attiva.
Negli anni il laboratorio ha dato vita ad una compagnia di giovani professionisti che si affidano all'esperienza artistica de Il Mutamento Zona Castalia per la realizzazione delle proprie creazioni, in questa occasione a partire dalle carte dei Tarocchi, che possono essere una delle vie verso la conoscenza di sé.

a seguire (21:30 circa)

Felicitazioni

UsaiGranaraDuet / Il Gruppo di Teatro Campestre
di Maria Luisa Usai
con Maria Luisa Usai e Elisabetta Granara

La felicità. Questa sconosciuta. Esiste? Qualcuno l'ha vista? È già passata? Ci aspetta all'angolo della strada? Per noi piccoli uomini definire la felicità è difficile, trovare la formula forse impossibile. Meglio dedicarsi al teatro. Cercare nella realtà e insieme nella fantasia uno stato dell'anima, che custodisce il ricordo di quando siamo stati qualcosa che sfugge alla gravità, al tempo.
Preso atto delle nostre miserie quotidiane cerchiamo di vedere cosa ci può essere al di là. Ci pare inutile utilizzare il teatro solo per lamentarci dei mali della nostra generazione, meglio toccare il fondo del ridicolo e cercare altri percorsi.
In una camera da letto, due clown melanconiche si interrogano sulla possibilità di una felicità sulla terra o in altri luoghi. Lo fanno utilizzando la parola, il corpo, la musica, i sogni dell'infanzia. Attraversano questo percorso ad ostacoli con cinismo, ironia e speranza. A volte inciampano, ma come i bambini, dopo aver pianto a dirotto continuano a correre.
Lo spettacolo si apre con lacrime e esperimenti di tristezza totale, prosegue svelando giardini nascosti, palloncini e spose novelle. Alterniamo a momenti di sarcasmo sulla nostra condizione, momenti onirici che risvegliano immagini di leggerezza.
Sul piano testuale, la fonte letteraria da cui siamo partite è Sergio Atzeni. Scrittore sardo contemporaneo, morto nel 1995. I suoi romanzi, come le sue poesie uniscono realtà e immaginazione, storia e invenzione. In un suo testo ci racconta il mito di una civiltà felice: un luogo e un tempo dove " passavamo sulla terra leggeri" . Ma for ancora è possibile inseguire il segreto di una vita libera, perché come lui afferma l'importante è " berciare di speranza anche davanti alla fossa" .

Ingressi: intero 5,00 € - ridotto 3,00 € - professionale e iscritti alle Masterclass 1,00 €
iscritti Master Teatro Sociale e di Comunità Università di Torino ingresso libero


Dati Aggiornati al: Wed 12-12-2012 11:12:43

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Alle 20:30 dal 15-12-2012 al 16-12-2012
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

nei seguenti giorni : Sab - Dom

Dove: San Pietro in Vincoli Zona Teatro

Indirizzo: Via San Pietro in Vincoli 28 Torino

Prezzo: 5.00€

Link: Sito Web dell'evento