...ognuno può fare molto per gli altri...

> Home > Eventi a Torino del 08-10-2014 > Musica e Spettacoli > POW! live at Blah Blah

POW! live at Blah Blah

POW! live at Blah Blah

 

 

Mercoledì 8 ottobre 2014 – h.22.00
live Blah Blah present
POW! (usa)

Emerges from the tech-waste of the shiny/shitty new San Francisco – deep 80’s synth bass percolating under the circuit-swamp-fried-egg guitar...the drums a teenage tiger’s heartbeat and vocals delivered like a dead-pan face-slap from a kid half your age. We’re proud to present their first full length, “Hi-Tech Boom” as our first release of 2014. ” – Castle Face
-
Emersi dal degrado tecnologico della soleggiata e deprimente San Francisco, i Pow! sono una delle più fresche novità della Castle Face, label fondata da John Dwyer dei Thee Oh Sees. Nel loro primo disco “Hi Tech Boom” uscito a gennaio troviamo synth dal retrogusto di wave deviata, schitarrate garage, qualche sensazione motorik cosmica e un approccio punk svogliato che ti prende a schiaffi in faccia. Troppo impegnati a leggere vecchi fumetti di fantascienza per guardare al futuro, non inventano nulla ma non ne hanno bisogno.

Dichiarano sin da comunicato stampa un atteggiamento “LuidcoCanagliaCreativo” nei confronti di una certa sperimentazione e ancor più verso un rilettura stralunata di garage con influenze waveing, e se lo dicono loro si può stare tranquilli, almeno si spera. Questi loro sono i Pow!, trio della Frisco senza età e “Hi-Tech Boom” è il loro primo urlo sonico messo su disco, undici tracce a marasma che se messi in ascolto a loud verticale, spaccano vetri, meningi e quieti vivere in pochissimi secondi.
Accasati da John Dwyer dei Thee Oh Sees nella sua label Castle Face Records, il triangolo sonico
dei Pow! maneggia il giusto tra rumorismi, frequenze cupe, garage all’osso e una nutrita verifica – quasi monolitica – di derive psichedeliche, un insieme all’ascolto che da il senso Fugsiano d’altri tempi, melodie frastornate su space-rock e organini vintage che ricordano anche i Paik metedrinici, e come se non bastasse amano crogiolarsi tra sinth analogici e amano alla folli tutto quello che è fantascienza, appunto eterni bambinoni “alieni” che producono un piccolo disco che in poco ingigantisce la sua gittata e finisce con il caricarci a bordo e farci sparire – con sollazzo da parte nostra – nel loro mondo dilatato.

Molti definiscono la loro arte un qualcosa di passatista, che non gode, vive e apprezza l’odierno e quello che verrà, ma il loro è già un futuro; certo prendono dal passato e del resto chi non lo fa, tutti ci risulta, ma queste questioni non fregano nulla al trio, sono solo masturbazioni nostre e di chi cerca il pelo nell’uovo a tutti i costi, e del resto – dopo aver navigato con loro – le chiacchiere sono a zero mentre lo spirito è ringalluzzito al cubo. Con i Chrome e qualcosa di The Fall nel sangue, i nostri americani “zigzagano” quanto gli pare e con soddisfazione, sbattono forte e con piglio shake “Vertical slum”, vibrano all’inverosimile tra le congas virtuali di “Sugi walks”, un frenetico punk-move Ottantiano “66”, “Switchboard scientist”, fino al motorik galattico che “Fire hose” garantisce a ciclo continuo e all’infinito.
Ottimo sfondo per ore/giornate da vulcanizzare in attesa della bella stagione.

Dati Aggiornati al: 03-10-2014 08:50:11

WikiEventi.it non è responsabile di eventuali cambiamenti di programma.

Consultare sempre il sito web di riferimento.

 

effettua il login con facebook

Categoria: Musica e Spettacoli

Quando: Mercoledì 08-10-2014 alle 22:00
---> L'EVENTO SI È GIÀ CONCLUSO !!!

Dove: BLAH BLAH

Prezzo: --

Link: Sito Web dell'evento